CIRCEO, ISOLA DI PONZA E CIOCIARIA

  • Destinazione:
  • Durata: 5 giorni
  • Partenza: 14/08/2019
  • Arrivo: 18/08/2019
  • Prezzo: €550
  • Attenzione: CONFERMATO: ULTIMI POSTI

la Riviera di ULISSE e la CIOCIARIA
Dove il fascino del mare incontra miti, leggende e tradizioni!

Primo giorno

Mercoledì 14 Agosto 2019 * PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO

Nella prima mattinata, ritrovo dei Signori partecipanti nei luoghi convenuti, sistemazione in pullman Gran Turismo e partenza via autostrade per il PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO, istituito per salvaguardare la foresta ed i canneti scampati alla bonifica degli anni Trenta. All’arrivo incontro con la guida e inizio visita della selva. Il parco copre una vasta area e perciò offre al visitatore aspetti molteplici: zone umide e paludose, laghi costieri, macchia mediterranea, dune sabbiose e boschi imponenti. Il territorio è inoltre rinomato per le importanti scoperte paleontologiche; in una delle numerose e suggestive grotte preistoriche marine, che si aprono intorno al promontorio, sono stati rinvenuti i resti del cranio dell’uomo neandertaliano; archeologiche: resti della grandiosa Villa di Domiziano e la Fonte di Lacullo e storiche: le torri cinquecentesche di avvistamento. All’interno di quest’area si trova la città di SAN FELICE CIRCEO, che grazie alla rigogliosa vegetazione del Parco ed al mare turchino costellato di insenature, grotte e isolette, è luogo di vacanze balneari dei vips dello spettacolo. Il piccolo e caratteristico centro storico è raccolto attorno alla duecentesca Torre dei Templari al cui interno è collocata la Mostra “Homo Sapiens et habitat”, che raccoglie i reperti rinvenuti nelle Grotte dell’Agro Pontino. Pranzo libero durante il percorso. Trasferimento in Hotel per la cena ed il pernottamento.

Secondo giorno

Giovedì 15 Agosto 2019 * FORMIA  – GAETA

Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida, sistemazione in pullman e trasferimento a Formia,  una città ricca di tradizioni e di antiche leggende. Si narra che questa fu la terra dei Lestigoni dove approdò Ulisse. A Formia inoltre vi è la villa dove venne assassinato Cicerone. Oltre ad essa la città possiede altri edifici di epoca romana: un impianto termale, una peschiera ed un teatro. Arroccato sull’acropoli romana, svetta l’ottagonale Torre di Castellone  che ingloba parte delle mura antiche. La vicina Chiesa di San Erasmo fu eretta nel Medioevo su tombe romane e mura riferibili ad un antico tempio, ma conserva tracce di un luogo di culto paleocristiano. Mola è un altro nucleo antico della cittadina ed è caratterizzato dalla Torre di Mola, un’alta torre cilindrica che apparteneva al Castello di Mola ed aveva funzioni difensiva per l’intero borgo. Sotto il Castello si narra ci siano i resti di un tempio di Nettuno, con retrostanti terme. Pranzo libero. Proseguimento del tour verso GAETA e visita guidata della città che per la bellezza del paesaggio ed il clima favorevoli è luogo rinomato di villeggiatura sin dal tempo dei romani. Nel lungo periodo medievale visse una stagione prestigiosa in quanto per la posizione riparata divenne rifugio prediletto delle popolazioni dell’area circostante, esposte alle continue aggressioni saracene. Questi popoli portarono perciò a Gaeta i loro tesori d’arte e le reliquie di Santi che sono rimasti patrimonio della città. Il quartiere medievale si estende nella parte più estrema dell’istmo che si protende sul mare. In un aggrovigliato tracciato di vicoli si concentra la maggior parte dei beni storici ed artistici di Gaeta. Il Duomo è impreziosito dal bel Campanile arabeggiante, ornato di bifore, archetti intrecciati, tarsie, maioliche e frammenti romani e medievali. Prezioso è anche il candelabro pasquale decorato da rilievi narranti storie di Gesù e S. Erasmo, che si trova all’interno del Duomo. La Chiesa di S. Giovanni a Mare è una costruzione bizantina al cui interno sono affreschi tardorinascimentali. Di particolare pregio è anche la Chiesa della Santa Annunziata, di origini gotiche con begli addobbi barocchi, soprattutto negli altari settecenteschi intarsiati. Al suo interno sono conservate tele di Luca Giordano ed annessa a lato vi è la Grotta d’Oro, un capolavoro dell’arte rinascimentale centro meridionale. Ha un soffitto a volta a cassettoni dorati ed una serie di dipinti preziosi. Gaeta è inoltre nota per il miracolo della Montagna Spaccata, una fenditura nella montagna che si vuole aperta alla morte di Cristo, i cui lati sono perfettamente combacianti. Qui è stato poi eretto un Santuario. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

Terzo giorno

Venerdì 16 Agosto 2019* ISOLA DI PONZA

Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida, trasferimento in Porto, imbarco sulla motonave e partenza per l’Isola di Ponza. Sistemazione sui pulmini locali e visita della “Isola Bianca” che nell’architettura delle abitazioni dai tenui colori pastello rappresenta la tipologia mediterranea, e nelle costruzioni pubbliche reca l’impronta del settecento, il secolo nel quale le Isole Pontine furono ripopolate dai Borboni dopo secoli di abbandono. Vedremo il Quartiere Inglese e la zona di Le Forna. Pranzo libero lungo il percorso. Nel pomeriggio tour in barca attorno all’Isola per ammirare le bianche scogliere di Ponza, i Faraglioni di Rosa, lo Scoglio della Tartaruga, la spiaggia di Chiaia di Luna, la Cala dell’Inferno, ed il Faraglione della Guardia. Nel tardo pomeriggio imbarco sulla motonave e rientro sulla terraferma. Cena e pernottamento in Hotel.

Quarto Giorno

Sabato 17 Agosto 2019* SPERLONGA – TERRACINA

Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida presso il Museo Archeologico di Sperlonga, visita del Museo con la sua “Odissea di Marmo”, visita della Villa dell’Imperatore Tiberio, dell’Antro. Proseguimento visita della città bianca di Sperlonga, ridente cittadina balneare con elementi caratteristici molto singolari: viuzze strette che si inerpicano sul colle, gli archetti che fanno delle abitazioni, dai colori mediterranei spruzzati a calce, un tutt’uno, aprendosi inaspettatamente su cortili o altre viuzze, o su improvvisi squarci di cielo e di mare. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita guidata di TERRACINA, città definita “la piccola Roma” per le numerose testimonianze di epoca romana. Nell’area del Foro Romano sorge ora Piazza del Municipio che ancora conserva la pavimentazione a grandi lastre di età augustea. Su di essa si affacciano il Duomo, il Municipio ed il Palazzo Venditti. Il Duomo fu innalzato sui resti di un tempio dedicato a Roma e ad Augusto. Vicino al Municipio dove sono conservati rilievi, statue, epigrafi ed altro materiale di epoca romana rinvenuto nel territorio di Terracina, si innalza un porticato che apparteneva all’antico teatro del Foro. Nel Palazzo Venditti è inserito uno dei due archi monumentali attraverso i quali si accedeva al centro della città. Verso il porto poi si possono trovare resti di un anfiteatro, un complesso termale e tracce del porto romano. Terracina è poi sovrastata dal Tempio di Giove Anxur che sorge sulla vetta del monte S.Angelo. Da quassù sono visibili le mura romane, modificate dai bizantini che vi costruirono sopra torri abitabili. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

Quinto Giorno

Domenica 18 Agosto 2019* FERENTINO – ANAGNI

Prima colazione in Hotel.

Sistemazione in Pullman e partenca per FERENTINO e visita guidata della cittadina circondata da un grosso anello di mura ciclopiche, la cui costruzione desta ancora oggi meraviglia. Al centro di uno dei più notevoli tratti della cinta muraria rimasti integri,si apre la Porta Sanguinaria (IV secolo a.c.) nella quale appare evidente la successione storica delle tecniche costruttive: in basso i muri ciclopici del periodo etnico, successivamente i conci squadrati di età romana, infine la parte superiore delle mura medioevale. Nei pressi di questa singolare struttura sorge la Chiesa di S. Maria Maggiore, il più antico esempio di architettura gotico – cistercense in Italia. Proseguimento della visita con l’Acropoli, il cuore della città, sede del potere nelle diverse stagioni storiche, dove sorge il Duomo romanico del XI secolo, il Vescovado  ed il Mercato Romano di età Repubblicana sul quale si aprono con ampie arcate cinque botteghe, coperte da volte a botte. Proseguimento del viaggio per ANAGNI, la “città dei Papi”, patria dei ben 4 Papi, che la preferirono alla più insicura e insalubre Roma, Innocenzo III, Gregorio IX, Alessandro IV, Bonifacio VIII. Nell’anno 1300 s’indisse proprio ad Anagni per mano di Bonifacio VIII l’istituzione del Giubileo o Anno Santo. Nel pomeriggio visita della Cattedrale dell’XI secolo, la cui complessa planimetria ne fu uno dei più interessanti monumenti dell’arte romanica, le mura sono state testimoni della scomunica contro Federico Barbarossa, nel 1160 ad opera di Papa Alessandro III.. Vi fu canonizzata Chiara D’Assisi e incoronato Papa Innocenzo III. Vero gioiello di arte tardo – Bizantina è la Cripta dedicata a San Magno, definita la Cappella Sistina del Medioevo con affreschi del XIII sec.; Casa Barnekow, la più celebre tra le numerose case di tipologia medievale che caratterizzano l’abitato; il Palazzo di Bonifacio VIII, dove il pontefice scagliò la scomunica contro il sovrano francese Filippo il Bello nel 1303. Il Palazzo Comunale, edificio di linee romanico lombarde risalenti al secolo XII e rimaneggiato più volte. Pranzo libero lungo il percorso. Al termine della visita, sistemazione in Pullman ed inizio viaggio di rientro. Arrivo previsto in tarda serata.

La quota comprende
La quota individuale di partecipazione di € 550,00 comprende:

Viaggio in confortevole Pullman Gran Turismo Lusso, dotato dei più moderni conforts e sistemi di sicurezza; Sistemazione in Hotel 3/4****stelle; Trattamento di mezza pensione (cene, pernottamenti e prime colazioni a buffet); servizio guida locale come da programma; Motonave A/R per l’Isola di Ponza; Minibus privati per gli spostamenti sull’Isola; Ingresso al Tempio di Giove di Terracina; Assistente d’Agenzia per tutta la durata del viaggio; Assicurazione medico bagaglio, tasse e percentuali di servizio.

LA QUOTA NON COMPRENDE: pranzi; bevande; tassa di soggiorno giornaliera; tutto quanto non menzionato nella quota comprende.