GRAN TOUR DEL MOLISE

  • Destinazione:
  • Durata: 6 giorni
  • Partenza: 01/08/2024
  • Arrivo: 06/08/2024
  • Prezzo: €940
  • Attenzione: Con il prof. Bolondi!

Terra di mezzo di arcana bellezza, il Molise è uno scrigno di natura e cultura: non solo monti, colline e vallate ma anche borghi da scoprire.
Passeggiando per tratturi, sentieri, vicoli è facile scorgere i segni lasciati da antichi popoli. In età storica la terra molisana è stata abitata dai Sanniti e dai Romani, la cui eredità è ancora presente in tanti borghi.

PRIMO GIORNO: Giovedì 01 Agosto 2024

PARMA – REGGIO EMILIA – LARINO – CAMPOBASSO

Nella prima mattinata, ritrovo dei Sig. partecipanti nei luoghi convenuti, sistemazione in Pullman e partenza per il Molise. Partenza alla volta di Larino, una delle località turistiche più importanti del Molise. Pranzo libero lungo il percorso. In passato era un importante municipium romano ed è a quel periodo che risalgono le suggestive rovine dell’anfiteatro e le ville con splendidi pavimenti in mosaico. Al centro del paese, oltre al bel palazzo ducale di origine medievale, merita una visita la cattedrale dedicata a San Pardo e all’Assunta.

Larino è circondato da un territorio a forte vocazione agro-produttiva con la Piana che produce olii e vini di eccelsa qualità. La città vanta l’appellativo di “città dell’olio” poiché la Gentile di Larino rappresenta la cultivar più diffusa nel Molise, tanto che un terzo dell’olio della regione è ottenuto da piante appartenenti a questa varietà. Le sue origini sono molto antiche: sembra che sia stata la prima cultivar ad essere coltivata nel territorio di Larino, sede della famosa associazione “Città dell’olio”. Al termine della visita, trasferimento in Hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

 

SECONDO GIORNO: Venerdì 02 Agosto 2024

CAMPOBASSO – ORATINO – CASTROPIGNANO

Prima colazione in hotel. Visita guidata di Campobasso, pittoresco abitato dominato dal Castello Monforte con le sue viuzze, le sue chiese duecentesche ed all’interessante Museo Sannitico che conserva reperti appartenenti a questo illustre popolo.  Pranzo in Hotel. Nel pomeriggio escursione ad Oratino il quale rientra tra i borghi più belli d’Italia. Infatti il suo centro storico è ricco di manufatti di pietra, non a caso sono stati famosi nel passato gli scalpellini di Oratino. Il belvedere è sensazionale: affaccia su una vallata punteggiata da decine di paesi molisani. Proseguimento per Castropignano adagiato su un costone roccioso da cui domina la valle del fiume Biferno. Il centro storico, ha le caratteristiche del borgo medievale: attraverso un dedalo di viuzze che si inerpicano verso la sommità del colle, è possibile incontrare la torre campanaria, i resti della torre dell’orologio e dell’antichissimo palazzetto baronale. La Chiesa di Santa Maria delle Grazie, considerata una delle più belle del Molise, è ubicata al di fuori del borgo medioevale e fu costruita nel 1560 per volere del barone Vincenzo d’Evoli. La facciata è costituita da un non comune portale in stile neo-rinascimentale e all’interno sono presenti basso rilievi in stucco decorati in oro zecchino e vari affreschi di santi. Infine, particolarmente suggestivo è il castello d’Evoli. L’edificio fu eretto inizialmente durante la dominazione longobarda e nell’XI secolo fu fortificato e trasformato dai normanni. Dal 1345 fino alla fine del XIX secolo la famiglia d’Evoli si impadronì di tutto il territorio di Castropignano compreso il castello e lo mantennero fino alla fine del XIX secolo, cioè fino alla fine della feudalità. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

 

TERZO GIORNO: Sabato 03 agosto 2024

CASTEL SAN VINCENZO (ABBAZIA S. VINCENZO AL Volturno) – FORNELLI – ISERNIA

Prima colazione in hotel. Escursione a Castel S. Vincenzo, visita all’Abbazia di San Vincenzo al Volturno ed al collegato “Parco Archeologico” gli unici ed esclusivi scavi archeologici che hanno dato l’opportunità di studiare, a livello europeo, le attività di una delle più importanti istituzioni monastiche di età carolingia. Proseguimento per la visita guidata di Fornelli annoverato fra i Borghi più Belli d’Italia, sorge su un colle e il vanto del borgo è quello di avere un centro storico e una struttura urbana rimasti intatti nei secoli, breve visita al borgo ed alla chiesa Madre di San Michele Arcangelo e alla chiesa di San Pietro Martire. Pranzo in ristorante riservato. Nel pomeriggio sosta a Isernia, che nell’era paleolitica l’uomo già vi dimorava. Passeggiata nel centro storico, stretto fra i ripidi pendii che scendono ai fiumi, percorso da un solo asse stradale longitudinale mediano, quasi rettilineo (l’antico decumano massimo), che si biforca nella città moderna, a nord-est, più alta ed estesa. Fra i monumenti, sono da notare: la bella fontana della Fraterna, a forma di loggia, del XIII-XIV secolo; la Cattedrale, neoclassica del 1837, il cui possente campanile si innalza sopra un androne ad archi acuti, con statue romane ai quattro angoli e i resti della cinta muraria a blocchi poligonali, probabilmente della prima epoca romana (III secolo a.C.) Visita al Museo paleolitico “Homo Aeserniensis” che conserva reperti del villaggio preistorico dei primi uomini. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

 

QUARTO GIORNO: Domenica 04 agosto 2024

GAMBATESA – RICCIA – SEPINO – ALTILIA

Prima colazione in hotel. Partenza per l’escursione a Gambatesa, visita al borgo storico con struttura medievale quasi intatta con vicoli, portici, cortiletti e rapide scalinate. Visita ai principali monumenti: al sorprendente Castello di Capua che dall’originaria fortezza medievale è passato successivamente a palazzo rinascimentale le cui sale sono ornate da un ricco ciclo di affreschi del 1550 eseguiti da Danato di Copertino e alla Chiesa di San Bartolomeo e di San Nicola. Proseguimento per Riccia, visita al borgo storico medievale fino al Piano della Corte, con l’imponente Torre circolare resto di una fortezza medioevale; notevole il portale della chiesa dell’Assunta e la facciata della chiesa dell’Annunziata. Pranzo in ristorante riservato. Nel pomeriggio trasferimento a Sepino con sosta ad Altilia per la visita guidata all’area archeologica di “Saepinum”. In questo grandioso complesso di scavi è possibile osservare il nucleo sannitico primitivo con le suo mura ciclopiche e il nucleo romano (Saepinum) sostituitosi al primo dopo che i Sanniti vennero sconfitti dai Romani. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

 

QUINTO GIORNO: Lunedì 05 agosto 2024

CASTELPETROSO – FROSOLONE – CASALCIPRANO

Prima colazione in hotel. Escursione a Frosolone e sul percorso breve sosta a Castelpetroso per la visita guidata al Santuario della Madonna Addolorata, patrona del Molise, costruita in fantasioso stile neogotico.

Il Santuario, interamente scolpito in pietra locale, sorge a pochi metri dall’antico tratturo percorso da pastori e pellegrini incastonato tra il verde dei boschi. Salendo fino alla cappella delle apparizioni si nota il significato progettuale, teso ad esaltare la sofferenza “offerente” di Maria. La pianta del tempio simboleggia un cuore trafitto da sette spade. Colpisce il visitatore il percorso che conduce al Santuario. Lungo il viale, in un cammino di riflessione due suggestivi angeli, Michele e Gabriele, sono posti al limite del parcheggio e ricordano l’attegiamento in cui deve porsi il pellegrino. Una gigantesca pietra richiama al paganesimo e al senso del sacrificio incarnatosi poi in Cristo, per portare a compimento la rivelazione. Incontriamo poi, sul piazzale antistante, un altare, di 80 quintali in cui Giovanni Paolo II in visita al Santuario celebrò l’eucarestia il 19 marzo 1995. Proseguimento per Frosolone. Visita guidata del centro storico, chiaro esempio di borgo medioevale, con il suo castello maestoso, la chiesa parrocchiale imponente, le minuscole piazze ed i piccoli vicoli che serpeggiano all’interno. Un tempo si entrava nel borgo attraverso tre porte: Porta del Parco, ancora oggi esistente, Porta Pistiello e Porta Macchietelle. Tra antichi palazzi si respira ancora quel profumo antico del vivere sano, quell’ austerità tipica del mondo passato. Pranzo in ristorante riservato lungo il percorso. Al termine, trasferimento a Casalciprano piccola gemma, incastonata sulle colline nel centro del Molise, i cui pendii degradano dolcemente verso la valle del fiume Biferno. La curiosità fa da guida nel reticolo di viuzze avviluppate che portano nel centro storico, in un ritmato saliscendi di salite, che si trasformano in invitanti discese costellate di terrazze da cui godere inimmaginati scenari e lontani orizzonti. Incantevoli scorci di panorama che spaziano dalla Montagola al Matese, colori intensi e vivi della natura, prati e colline, case disseminate qua e là si mostrano agli occhi. I boschi, che abbracciano l’agglomerato. Al termine della visita, rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

 

SESTO GIORNO: Martedì 06 agosto 2024

AGNONE – REGGIO EMILIA – PARMA

Prima colazione in hotel. Escursione ad Agnone, visita guidata del caratteristico centro dell’alto Molise ricco di opere d’arte, di artigianato e gastronomia tipica. Visita alla più Antica Pontificia Fonderia di Campane del mondo con spiegazione, da parte di un esperto artigiano, delle diverse fasi della lavorazione delle campane con le antiche e suggestive tecniche della fusione del bronzo. Visita al Museo della Campana. Visita ai principali monumenti del centro storico e sosta in un caseificio artigianale per degustare le famose stracciate e caciocavalli. Al termine della visita, sistemazione in Pullman e inizio del viaggio di rientro. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo previsto in serata.

 

La quota individuale di partecipazione di € 890.00 per Associati CNA, CNA pensionati e dipendenti  e la quota individuale di partecipazione di € 940,00 per i non soci

comprende: Viaggio in confortevole Pullman Gran Turismo dotato dei più moderni comfort e sistemi di sicurezza; sistemazione in Hotel 3***/4****Stelle, con trattamento di pensione completa dalla cena del primo alla prima colazione dell’ultimo giorno; bevande ai pasti; degustazione dove prevista; ingressi: Museo Sannitico Campobasso – Area archeologica “saepinum romana” di Sepino – Castello Capua a Gambatesa – Museo -esposizione dei ferri Taglienti e lavorazione a Frosolone – Museo a cielo aperto della civiltà Contadina a Casalciprano – Area archeologiche di Castel San Vincenzo – Museo paleolitico ad Isernia – Museo della campana a d Agnone; servizio guida come da programma; accompagnatore Prof. Bolondi per tutta la durata del viaggio; Assicurazione Medico Bagaglio.

Supplemento Singola € 150,00

La quota non comprende: pranzo del primo e dell’ultimo giorno (lungo il percorso), tassa di soggiorno e quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”.