BORGHI LAZIALI

  • Destinazione:
  • Durata: 3 giorni
  • Partenza: 04/06/2021
  • Arrivo: 06/06/2021
  • Prezzo: €385

Orvino; Canterano; Castel di Tora; Calcata; Camerata Nuova
Alla scoperta di piccoli borghi laziali poco conosciuti e ricchi di storia

1° GIORNO

CANTERANO

Nella prima mattinata, ritrovo dei Signori partecipanti nei luoghi convenuti, sistemazione in pullman Gran Turismo e partenza via autostrade per CANTERANO. Pranzo libero durante il percorso. Visita guidata del borgo denominato salotto a cielo aperto Il centro storico del piccolo villaggio è talmente suggestivo da essere stato definito con l’appellativo di “salotto a cielo aperto” ed è fra i Borghi più belli d’Italia. Il suo nucleo storico nasconde intrecci di stretti vicoli e scorci mozzafiato, piazzette e angoli idilliaci, tra cui ci si può divertire a perdersi, come in un piccolo labirinto. Il paese si inerpica verso l’altro ed è caratterizzato dalla presenza di numerose gradinate che ne collegano i diversi livelli. Dal perimetro del paese si possono scorgere invece viste meravigliose sulle vallate circostanti. Trasferimento in Hotel per la cena ed il pernottamento.

2° GIORNO

CAMERATA NUOVA – ORVINIO – CASTEL DI TORA

Prima colazione in Hotel. Sistemazione in pullman e trasferimento a CAMERATA NUOVA, visita guidata, il suo territorio è compreso nel Parco Naturale dei Monti Simbruini: tra la valle di Fioio, il Monte Autore ed il fondo della Femmina Morta. Meta di pellegrinaggi è il Santuario della Madonna delle Grazie e nella parrocchiale di Santa Maria Assunta è conservata una statua lignea della Madonna salvata dall’incendio di Camerata Vecchia. Camerata Nuova è anche famosa per i suoi “arcari”, maestri artigiani del legno dediti alla costruzione delle arche, caratteristiche cassapanche in legno di faggio. Trasferimento a ORVINIO, visita guidata del Borgo inserito nel Parco dei Monti Lucretili e menzionato tra i Borghi Più Belli D’Italia, un riconoscimento che si è guadagnato grazie al suo fascino, alle sue casette arroccate ed ai suoi romantici vicoli. Orvinio è una gemma del Lazio tutta da scoprire che conserva nel perimetro dei suoi limitati confini incantevoli chiese e solenni palazzi fortificati. Attrazione principale di Orvinio è però il suo Castello, che difende la città fin dall’anno Mille e che ancora oggi mantiene fascino e arcaico carisma. Proseguimento del viaggio per la visita guidata di CASTEL DI TORA, una delle meraviglie del Lazio, e uno tra i Borghi più belli d’Italia, allungato sulle rive del lago artificiale del Turano, Castel di Tora gode di un panorama affascinante, tra i più belli della regione, circondato da fitti boschi sui quali domina il Monte Navegna. Il centro storico arrampicato su un’altura e dominato da un antico castello è rimasto pressoché invariato, così come l’architettura prevalente, fatta di case in pietra a vista, con coperture in legno e tetti con tegole di laterizio, secondo tipologie tipiche dell’architettura rurale medievale. Nel borgo regna un’atmosfera fiabesca: antichi portali, caratteristiche viuzze con archi, scalinate, passaggi, grotte e cantine scavate nella roccia, resti di colonne romane, fregi e iscrizioni latine sui muri perimetrali della chiesa. Pranzo libero lungo il percorso. Rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

3° GIORNO

CALCATA

Prima colazione in Hotel. Trasferimento per la visita guidata a CALCATA, uno dei borghi abbandonati più belli d’Italia. Intorno agli anni ’30 del 1900 gran parte della popolazione lasciò il paese che si stava sgretolando lentamente. Calcata, infatti, condivide con la vicina Civita di Bagnoregio la definizione di “Paese che muore” proprio per il lento ma inevitabile cedimento del tufo su cui è costruito. Il paese doveva essere abbattuto ma per fortuna una legge del 1990 lo salvò. Ad aiutarne la rinascita anche l’intervento di molti artisti: negli anni qui hanno girato film Sergio Leone, Monicelli scelse il borgo per una celebre scena di “Amici miei“, Pasolini il suo Decameron e De Andrè giro un videoclip della canzone “Una storia sbagliata”. Oggi nel borgo vivono circa 70 residenti, italiani e stranieri che hanno scelto Calcata per una vita più tranquilla. L’abbandono ha permesso al borgo di mantenersi intatto: a partire dagli anni ’60 molti artisti si sono innamorati di Calcata scegliendola come luogo di vita e di lavoro. Il borgo di Calcata ha un unico ingresso che conduce a una piazzetta con la Chiesa e il Palazzo Baronale (Castello), gli unici due monumenti di rilievo di Calcata. Vi accompagnano lungo il breve ma emozionante percorso, i ciottoli del fiume Treja che scorre sotto la rupe del borgo, e che sono serviti nei secoli per fare i pavimenti delle strade. Di domenica è affollata di turisti e da persone che hanno a Calcata una seconda casa. Il centro del paese è la suggestiva piazza con la Chiesa del S.S. Nome di Gesù e il Castello degli Anguillara. Qui colpisce subito l’atmosfera antica, di un borgo dimenticato e decadente, ma ancora vivo. Pranzo libero. Sistemazione in Pullman ed inizio viaggio di rientro.

LA QUOTA

LA QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE DI € 385,00 COMPRENDE: Viaggio in confortevole Pullman Gran Turismo Lusso, sistemazione in Hotel 3/4****stelle in posizione strategica al tour; Trattamento di due mezze pensioni (cene, pernottamenti e prime colazioni); servizio guida locale come da programma; assistente d’Agenzia per tutta la durata del viaggio; Assicurazione medico bagaglio, tasse e percentuali di servizio.

SUPPLEMENTO SINGOLA € 80,00

LA QUOTA NON COMPRENDE: pranzi; bevande; tassa di soggiorno giornaliera; tutto quanto non menzionato nella quota comprende.